giovedì 1 dicembre 2011

Le basi di PyMaemo – seconda parte

Questo articolo che segue è la traduzione italia, rivisitata dell'articolo "Python for Newbies – Tutorial" http://www.themaemo.com/python-for-newbies/.

Il contenuto del tutorial è fornito sotto la licenza "Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0":
http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/ http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/legalcode

Contenuto di questo post:
Elementi costitutivi di un programma Python

Prima di tutto, cosa è un programma?  Un programma è una sequenza di istruzioni specifiche per eseguire un calcolo. Entriamo in modalità interattiva (Sul dispositivo N900, lanciate l'applicazione X-Terminal e immettete il seguente comando: "Python"), e facciamo il nostro primo programma tradizionale:
>>> print "Hello World" 
Hello World 
La parola "print" è un comando proprietario o "dichiarazione" che visualizza l'argomento passato sullo schermo. Al seconda parte del programma che segue la dichiarazione print è l'argomento stesso, in questo caso  la stringa “Hello World”. Le virgolette servono per trattare la parola dentro di esse come una stringa invece di un comando o una variabile. (Una "string" è una sequenza di caratteri che compongono una parola, una frase, ecc.. Vedremo più avanti ulteriori dettagli.)

Nota:
Tipicamente, nei manuali e tutorials Python, quando viene mostrato del codice in una sessione interattiva, la riga di comando attiva inizia con ">>>" Quando invece iniziamo a scrivere una serie di istruzioni (su più righe), la riga di comando attiva inizia con "..."

Nota:
Il testo scritto dopo # è un commento e viene ignorato dall'interprete di Python.

Variabili

Cosa è una variabile? Una variabile è un nome (o una parola) che si riferisce ad un certo valore. Noi possiamo usare quasi ogni parola ed assegnarle un valore. Ad esempio:
>>> hi = "Hello World"
La parola "hi" è adesso il nome della variabile che contiene la stringa "Hello World". Proviamo ad usare l'istruzione "print" per visualizzare il valore di "hi":
>>> print hi 
Hello World
In Python le variabili sono veramente flessibili. Non serve dichiararle prima come negli altri linguaggi. Si può assegnare ad esse un valore anche se ne hanno già uno di tipo diverso. Per esempio andiamo a cambiare il valore di "hi" in 3.0:
>>> hi = 3.0 
>>> print hi 
3.0
Possiamo anche assegnare una variabile come valore di un altra. Per esempio:
>>> num = hi 
>>> print num 
3.0
Un'altra caratteristica della shell di Python è che è che non c'è bisogno di utilizzare l'istruzione "print" per visualizzare il valore di una variabile. Si può semplicemente digitare il nome e Python lo visualizzerà.
>>> num 
3.0
Espressioni

Alla linea di comando interattiva si possono digitare espressioni e vedere il loro risultato. Un espressione è una combinazione di variabili, operatori e valori che rappresentano un singolo valore risultante. Ad esempio:
>>> num + 2 
5.0 
>>> ((5 – 1) + num) * 2 
14.0
Possiamo assegnare un valore ad un espressione. Come ad esempio:
>>> numb = ((5 – 1) + num) * 2 
>>> numb 
14.0